femminismi.it

un osservatorio sulla libertà femminile

-Birmania, ultima chance: travestirsi.


Da quando Aung San Suu Kyi è stata liberata il dittatore birmano Than Shwe si dà un gran daffare, pauroso com’è del seguito internazionale della leader. E così, forse per paura di una profezia che prevede che il prossimo capo del paese darà una donna, si è presentato in pubblico con un sarong di foggia femminile, riportante antichi ricami tradizionali che in Birmania vestono solo le donne.
E’ proprio vero: l’astuzia del travestimento non è propria solo del clero occidentale. Dopo i “Rubacuori”, cognome affibbiato come patronimico alla accompagnatrice del prèmier italiano, noto “tombeur” de femmes, arrivano i “Rubagonne”.

Annunci

Un commento su “-Birmania, ultima chance: travestirsi.

  1. Pingback: -Birmania, ultima chance: travestirsi. « femminismi.it : Birmania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il marzo 17, 2011 da in immagine femminile, misoginia, web femminismo con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: