femminismi.it

un osservatorio sulla libertà femminile

-“Donne e motori”: interviene Femminismi

Il Comune di Barchi e il Sexy Car Wash: un colpo al cerchio e uno alla botte?

Domenica 28 agosto è in programma a Barchi un’ iniziativa, il IV Urban Race, pubblicizzata con l’immagine di una ragazza in bikini ammiccante di fronte a un’ auto, in bella evidenza la dicitura “Sexy Car Wash”. Questa performance è nota per essere caratterizzata dal legame erotico tra automobili lucide e potenziate e modelle sexy a beneficio del pubblico maschile, espositore delle auto.
Ciò che ha colpito molti cittadini/e è la sponsorizzazione del Comune in questione, il cui logo fa mostra di sé nella locandina dell’iniziativa. Alle critiche e alle proteste gli organizzatori hanno risposto che il Comune avrebbe “pagato solo le coppe” ma la nostra domanda è: perché un Comune partecipa attivamente ad un’ iniziativa che riproduce gli schemi diseducativi e maschilisti della donna che pulisce e del’uomo che guida? Visto che l’Italia è rinomata nel mondo per essere in coda, al 74esimo posto, per le politiche di parità, è proprio necessario usare soldi e simboli pubblici per contribuire a rafforzare gli stereotipi culturali maschilisti?
Citavamo le parole del Presidente della Repubblica, secondo cui: “Uno stile di comunicazione che offende le donne nei media, nelle pubblicità, nel dibattito pubblico può offrire un contesto favorevole dove attecchiscono molestie sessuali, verbali e fisiche, se non veri e propri atti di violenza anche da parte di giovanissimi.” …. Ma nonostante le lettere di protesta il Comune non ha dato spiegazioni circa la sua deliberazione. Anzi, temiamo che il Sindaco, il signor S. Marcucci, attenda la stampa per fornirne, come se solo questa meritasse la sua attenzione di eletto.
Non dimentichiamo però che il Comune di Barchi ha partecipato al Progetto “DisUguali: Donne, violenza e diritti negli anni zero”, un progetto itinerante che ha portato una serie ampia e variegata di discorsi sulle libertà e sul rispetto delle donne in tutto l’entroterra della valle del Metauro. Il fatto che questo Comune, in prima linea con progetti per favorire le famiglie numerose, fornisca l’adesione e il proprio contributo a iniziative con Sexy Car Wash, ci fa ancora di più riflettere sul confine tra pratiche ideologiche e cadute di stile. Ci viene anzi il dubbio atroce, che certi nostri amministratori, tanto indulgenti nei confronti dei ruoli tradizionali delle donne all’interno della famiglia, siano ben disposti a commiserare le donne quando si discute dei loro diritti negati, ma siano molto più felici, in realtà, di offrire premi per incontri in cui le donne sono pagate per essere panni di camoscio.
Il corpo femminile è stato l’argomento di una manifestazione, il 13 febbraio di quest’anno, che ha visto in tutta Italia milioni di donne e di uomini, in piazza per ricordare ai nostri politici, circondati da vallette e veline, che le donne sono ora, nel 2011, soggetti e non più oggetti, per questo di nuovo chiediamo ai Comuni di non patrocinare iniziative di questo genere e al Sindaco di Barchi di dire “l’auto la lavo io”.

Femminismi, donne di Fano, Pesaro, Urbino.

Annunci

8 commenti su “-“Donne e motori”: interviene Femminismi

  1. ale
    agosto 26, 2011

    cosa sta succedendo? se l’articolo vuole essere ironico… è un’ironia che non mi piace per niente…
    http://www.ilrestodelcarlino.it/fano/cronaca/2011/08/26/569232-sexy_show.shtml

  2. danzatriceorientale
    agosto 27, 2011

    Scusate, ma perché leggo sempre Fano in relazione a questi eventi? Forse il Comune è una frazione? Ma Fano non è la cittadina dove è stata stuprata una quindicenne da tre suoi coetanei? E magari in seguito all’evento, qualche bulletto arrapato dopo aver assistito al washing, ne stuprerà qualcun’altra… BRRRRR io avrei paura per la mia incolumità, ad andarci, con certi soggetti in giro…

  3. Claudia
    agosto 27, 2011

    Non piace neanche a me.
    Ho scritto una mail alla redazione del Resto del Carlino ed una all’assessora provinciale alle Pari Opportunità.

  4. Andrea Feduzzi
    agosto 27, 2011

    É chiaro che cosa sta succedendo… stiamo andando indietro…. ma la cosa grave e che questo non sta accadendo solo da oggi!

  5. massimo
    agosto 27, 2011

    bello vero poter sparlare senza nessuno che possa controbattere , questa si che è libertà e democrazia ! Vergogna !

  6. admin
    agosto 28, 2011

    senta, signor Massimo, questo è un blog femminista, non una vetrina sulla quale qualsiasi maschio in vena di illazioni può scrivere commenti lunghi come romanzi nei quali ci consiglia di fare la calza, o dice che non scopiamo abbastanza, o che i problemi che segnaliamo non esistono, o che non abbiamo il diritto di criticare come vengono spesi i soldi PUBBLICI,… e mi pare che di opinioni maschiliste, e di opinioni in genere a favore del SCW ne abbiamo pubblicate abbastanza. i commenti insulsi sono chiusi. ora pubblichiamo solo quello che ci pare, così come fa la stampa locale con noi, questo è il NOSTRO strumento di comunicazione.

  7. angi48
    agosto 31, 2011

    Questo sarebbe un esempio di gestione del denaro pubblico secondo il criterio del buon padre di famiglia? E’ la dimostrazione della considerazione e del rispetto che i pubblici amministratori di Barchi hanno delle donne? E’ un invito alla nuove generazioni a considerare le persone come corpi e basta? In quanto poi al consiglio di stare in casa a fare la calza giro lo stesso invito a tutti gli uomini, con la crisi economica che continua imperterrita ad avanzare imparare a fare i maglioni e i calzini in casa costituisce certamente una forma di risparmio ed è anche un’attività rilassante, mi permetto di aggiungere imparate anche a fare la conserva, le marmellate e il pane mangerete cibi più genuini e spenderete meno.

  8. ale
    settembre 2, 2011

    Continuiamo la conversazione qui:
    http://www.facebook.com/pages/Cantiere-D/127711797326948
    cari femminismi sono graditi i vostri interventi!
    alessandra carnaroli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il agosto 25, 2011 da in comunicati stampa con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: