femminismi.it

un osservatorio sulla libertà femminile

– Amore un accidente!!!


“Folle d’amore” “Amore e sangue”, questi i titoli cubitali che campeggiano su Il Resto del Carlino edizione di Pesaro per descrivere il gravissimo fatto di violenza (tentato omicidio e sequestro di persona) accaduto ieri notte tra Cagli e Fossombrone ai danni di Andrea, una giovane ragazza.
E’ ora di finirla! basta mettere in mezzo l’amore in quelli che non sono altro che episodi di violenza e odio contro le donne, “ree” di rifuitarsi a questo e quelllo spasimante! “Colpevoli” di voler decidere della propria vita.
In Italia non solo non esiste più il delitto “d’onore”, ma non siamo più disposte ad accettare che i giornalisti chiamino “amore” quella che non è altro una escalation di odio.
Il movente di questi gravissimi fatto non è l’amore, ma la mancanza di rispetto per le donne, una cultura di violenza che purtroppo anche tra i giovani mima atteggiamenti retrogradi di possesso della donna, di controllo di ciò che fa e di cò che pensa. Il MOVENTE è una cultura che considera le donne come oggetti.
Altroché amore…

Da Facebook echeggia l’invito a protestare inviando email al direttore de Il Resto del Carlino (direttore@ilrestodelcarlino.it ma anche cronaca.pesaro@ilcarlino.net), invito che sottoscrivo in pieno in attesa che da Femminismi giunga un intervento più definito, mentre stiamo seguendo l’evolversi della vicenda, auguriamo ad Andrea una pronta ripresa.

Dada

Annunci

4 commenti su “– Amore un accidente!!!

  1. a
    marzo 19, 2012

    Non è amore, non è follia.
    è possesso.
    dente gengiva e sangue.
    Prima ti sfregio
    poi ti rompo.
    bambola e cosa.
    il carlino di pesaro non informa.
    deforma.

  2. Adriana Scanferla
    marzo 19, 2012

    WOMANS’ DAY (di Adriana Scanferla )

    Nel crepitio delle fiamme,
    barrate le porte avvampano.

    Ed è un percorso tutto in salita,
    giogo e calvario che si trascina lento,
    fasciando il mondo di grondante pianto.
    Vuota la tana, sfinita la speranza,
    tra torme di profughi strascicata,
    svenduta per un tozzo di pane,
    stuprata o uccisa alla fonte,
    per una brocca d’acqua,
    acqua di carità, acqua limpida
    acqua chiara, semplicemente acqua
    fonte di vita.
    ————-
    Gambe lisce, seno rifatto,
    sorriso smagliante bocca sinuosa,
    verso l’altare novella sposa,
    sogni d’amore e di speranza.
    Apprendo dai giornali:
    l’orco cattivo è tra le quattro mura
    e lascivia abita la porta a fianco.

    Ti velo e ti svelo, il burka e la mini,
    la bambola si dissipa e reclinano
    le giunture agli arti disarticolate.

  3. agata
    marzo 20, 2012

    sto mandando commenti anche alla redazione di fanotv, invitando a una riflessione sull’uso non neutro di parole come
    ‘ragazzina, ex-fidanzatina’, e raptus, e gesto folle….nei loro articoli online.

    finora non tutti sono stati pubblicati, ma magari incoraggeranno la riflessione di chi scrive le notizie?

  4. theselbmann
    marzo 20, 2012

    sarebbe sa denuncia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il marzo 19, 2012 da in immagine femminile, iniziative pesaro, violenza e femminicidio con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: