femminismi.it

un osservatorio sulla libertà femminile

-Fano: i neofascisti ci odiano per San Valentino? ;)

webcam-femminismi
L’antefatto. L’Infoshop, piccola galleria autogestita situata in centro a Fano, nota per l’organizzazione di mostre d’arte, reading, sit-in politici, che è anche sede di Femminismi e luogo a visibilità Lgbt,  viene regolarmente imbrattato nel suo portone esterno dal settembre 2013: ogni settimana ignoti affiggono sopra le bacheche adesivi di Forza nuova e Lotta studentesca. La cosa accade più volte ma di recente appare anche un adesivo riportante una svastica  e  iniziamo a notare che vengono strappati anche manifesti e locandine affisse.
Dopo mesi di questa lagna neofascista, messa in atto da persone che evidentemente posseggono tutta la collezione completa dell’armamentario adesivo di Fn e Ls, la frustrazione dei suddetti è tanta e così iniziano i danni reali. La scorsa settimana la targa di “Alternativa libertaria” viene divelta e ritrovata in mezzo alla strada da un vicino che ce la riconsegna. Qualche giorno fa la targa di “Femminismi.it” viene egualmente divelta e gettata chissà dove.
Proprio ieri Femminismi aveva deciso di rispondere a queste provocazioni fatte probabilmente da minorenni o da minus habentes con uno scherzo di carnevale: avevamo affisso una web-cam scherzosa recante la nostra sigla, Femminismi.it. Sino a stamattina: ora un passaggio diurno dei soliti ha fatto apparire sul portone dell’Infoshop la scritta “froci” corredata da una firma un po’ scontata: una svastica.

Certo, se questi ragazzini pensano che qualcuno, nel 2014, si offenda per questo appellativo, bisognerà dirgli di aggiornarsi: io li inviterei a presentarsi alla prossima mostra di arte gay che svolgeremo, o alla prossima lettura di poesia lesbica. Non siamo più negli anni ’40, i campi di concentramento sono chiusi, e ci dispiace tanto per chi non lo capisce, fare l’amore non è più una vergogna.

Vergogna piuttosto a chi attacca il lavoro altrui nascondendo la mano.

Se invece non abbiamo capito nulla, e i teppisti volevano solo dirci che ci amano, che per San Valentino vogliono essere ‘froci’, allora li informiamo: essere gay, lesbiche o  trans non è una scelta, è un orientamento sessuale. Ci spiace per loro, dovranno prendere coscienza del loro orientamento sessuale ma fino a che ameranno il defunto Hitler temiamo abbiamo poco tempo per dedicarsi a capire se stessi.

 Francesca Palazzi Arduini, per Femminismi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il febbraio 14, 2014 da in antifascismo, articoli a firma, comunicazione, iniziative fano, movimento lgbt pesaro fano urbino, omofobia con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: