femminismi.it

un osservatorio sulla libertà femminile

– Ancona 25 novembre: le donne denunciano la miseria dei finanziamenti regionali.

femminicidio
Si è tenuto ieri ad Ancona l’incontro-dibattito organizzato dal Forum cittadino delle donne in occasione della Giornata contro la violenza alle donne. Presenti Emma Capogrossi, Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Ancona, Monia Andreani, Università di Urbino, che ha parlato di “Donne e diritti Umani” e della realtà sostanziale dei diritti umani delle donne nel nostro paese facendo riferimento sia ai ruoli di genere che alla difesa dei diritti di donne di altre culture con interessanti esempi , Laura Catena Avvocato Donne & Giustizia che è intervenuta su  “La realtà della violenza nel territorio: azioni e bisogni del centro antiviolenza di Ancona”. Pina Ferraro, Consigliera di Parità per la Provincia di Ancona su “Discriminazione di genere: azioni di contrasto e organismi di tutela”, moderatrice Laura Pergolesi, Presidente del FORUM Cittadino delle Donne.
Noi di Femminismi siamo andate ad ascoltare ed abbiamo ricevuto conferma, purtroppo, del finanziamento regionale ai Centri antiviolenza e alla Case di accoglienza: neanche centomila euro all’anno in tutta la Regione, cosa che fa sì che i centri vadano avanti solo perché alcune Onlus e cooperative mettono a disposizione una quantità enorme di lavoro completamente non retribuito.
Per chi volesse consultare i documenti discussi, linkiamo qui sia l’ultima ricerca sull’attività dei  5 Cav marchigiani  (2013) redatta dall’Osservatorio regionale delle politiche sociali: Osservazioni_8  che l’ultima delibera 2014 che stanzia per tutti e cinque i centri poco più di 97mila euro, per l’attività di centro e case di accoglienza si sarebbero dovuti aggiungere soldi dall’intesa Stato-Regioni, dei quali non è stata data notizia. DGR1022_14

Infine tutte sono state concordi nell’indicare il pericolo che il denaro speso in spot pubblicitari sull’argomento sia sproporzionato rispetto alla realtà del sostegno ai servizi offerti alle donne che chiedono aiuto e che il lavoro sa svolgere anche per il futuro richieda una maggiore attenzione da parte della politica e delle istituzioni, non solo a parole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il novembre 26, 2015 da in centri antiviolenza, iniziative ancona, violenza e femminicidio con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: