femminismi.it

un osservatorio sulla libertà femminile

– Bergoglio e il suo Sicario


La dichiarazione di Bergoglio sull’aborto, data all’udienza di ieri, sottolinea il carattare di fantasista di questo Papa, dotato di una notevole capacità diplomatica e di un pensiero multiforme e spesso ambiguo, gesuitico, su molti temi.
Definire  “sicari” i medici che applicano l’interruzione volontaria di gravidanza, è colpire al cuore il centro del discorso femminista sulla libertà delle donne di decidere del proprio corpo. L’interruzione di gravidanza infatti è un dispositivo medico che tutela sì la libertà femminile, ma ne sottolinea anche l’estrema dipendenza dalla classe medica e dal potere maschile su di essa.
Gli uomini antiabortisti o garantisti che siano, giocano sulla libertà delle donne la loro partita, ma il problema reale nel nostro Paese e in tutti i Paesi egualmente sottosviluppati nel mondo dal punto di vista della consapevolezza sessuale, è che l’aborto resta un metodo contraccettivo e non un nomale e legittimo strumento di intervento d’urgenza, tantomeno uno strumento gestito direttamente dal sapere e dal potere femminile.
L’ombra del “sicario” maschile, evocata subdolamente da Bergoglio, è quindi un colpo basso, l’ennesimo colpo al basso ventre, sferrato da una Chiesa che vive sulla teoria del potere politico maschile sulla capacità di procreare.
La tutela della vita “sin dal concepimento”, per il riconoscimento giuridico della quale si agitano tutti i partiti e movimenti misogini d’Europa, è infatti la pretesa che il corpo delle donne sia un campo pubblico, oggetto delle biopolitiche di Stati in ansia demografica e della teologia offuscata Vaticana, a volte aristotelica a volte no. Ricordiamo che l’anima, assieme alla personalità giuridica, viene definita da filosofi, maschi, padri della chiesa, maschi, e giuristi, maschi, come presente nelle forme di vita prenatale con alterne ed opportunistiche tempistiche.
Parlare di aborto, per Bergoglio, è oggi come propinare un ricatto: se il papa si astiene dall’intervento e dalla presenza diretta nella piazza (ad esempio non patrocinando il Family Day) per non accodarsi ad altri leader e leaderini e mantenere il proprio rango di Sovrano,  egli chiede comunque il prezzo della libertà femminile in cambio della presenza della Chiesa su altri temi, temi sotto attacco da sempre e sui quali la sua Chiesa si schiera più a sinistra dei fascisti e dei populisti.
La carità, l’accoglienza, il multiculturalismo, quindi, possono essere offerti in cambio della libertà femminile… occorre chiedersi quanto i cattolici per i quali Bergoglio è simbolo e portavoce siano d’accordo con queste esternazioni papali che prefigurano una diversa alleanza di intenti proprio con coloro che ‘Famiglia cristiana’ sconfessa, il Salvini affogatore ma col rosario in mano, ad esempio.
Forse un politica leghista e di destra non razzista con gli immigrati, ma dura e impositiva con le donne, è realizzabile? La risposta è no.
Anzi, proprio la fine di quella forte caratteristica misogina e patriarcale di altre culture, patria di guerre, persecuzioni, femminicidio, è ‘obiettivo da realizzare, e deve esserlo anche per la gente di chiesa se si vuole “marciare assieme per la pace”. Per questo le offese gratuite del papa vanno rigettate,  la libertà femminile di fondo non è negoziabile, una maggioranza inedita, il 68% dei votanti, lo affermò ai tempi della DC, nel 1978, e di certo lo affermerebbe ora.

FPA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il ottobre 11, 2018 da in articoli a firma, biopolitiche e destra con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: